nel meno spesso vive il di più.

lunedì 7 gennaio 2013

buon compleanno Palmiro!

Sabato 5 gennaio 2013, grazie al nuovo settimanale “Il Ruvido”, co-condotto dal giovane Roberto Corradi (autodefinitosi un fan di Palmiro senza che io neanche lo minacciassi!), ho potuto festeggiare degnamente i 20 anni del paperello, nato proprio su un settimanale umoristico (Comix). Un’emozione. Quando ho visto a pag. 20 la striscia di Palmiro, mi ha fatto una strana impressione. Non mi sono commosso perché noi disegnatori di strisce per riuscire a vivere, dobbiamo sviluppare una cotenna spessa due centimetri come il cinghiale, ma siamo esseri sensibili perché senza questa qualità non potremmo produrre un buon umorismo. Non è la solita storia del pagliaccio dal cuore triste perché non mi ritengo assolutamente di indole malinconica, e se qualche volta lo sono è unicamente colpa di questo mondo a volte assurdo o birbone, ma questa è un’altra storia. Per fare del buon umorismo occorrono un sacco d’ingredienti umani. Lo dico sempre ai miei odiati/amati workshop. Occorre un’anima e un core, occorre aver dormito in una stalla (al freddo e al gelo) abbracciati alla cacca del cavallo che è sempre la cosa più calda che c’è, e bisogna aver ingoiato rospi su rospi. Se non muori, sviluppi un istinto ridanciano utile alla sopravvivenza (del tipo brasiliano/napoletano) che ti farà vivere a lungo (e spesso anche ingrassare!). Occorre inoltre, conoscere i meccanismi del mondo e dell’essere umano (qualità che poi tornerà utile con fidanzate e fidanzati, lontani e vicini). Le belle battute riescono un po’ a tutti e su facebook ce ne sono a migliaia, anche molto più belle e divertenti di quelle che vengono in mente a me, ma il mestiere di umorista è un’altra cosa. Almeno fino a ieri lo era. Ma questo sarà l’argomento di un prossimo post. Quindi: buon compleanno Palmiro! Devo ammettere che dopo 20 anni non sono riuscito a liberarmi di te e quindi dev’essere proprio Amore vero! E la saga continua ( o riprende) sulle pagine de Il Ruvido. Grazie a tutti.

5 commenti: