nel meno spesso vive il di più.

venerdì 25 gennaio 2013

Palmiro intervista Max Olla


Palmiro: Ammesso che la brevità sia la chiave per entrare nel futuro, perché le vignette sembrano aver sorpassato le strisce umoristiche? La brevità tollerata oggi è davvero così breve?

Max Olla: Sin troppo.

Palmiro: Perché l’intervista che mi hai fatto malgrado sia stata ritenuta da molti “interessante e piena di tante cose”, su Facebook ha avuto meno “mi piace” e condivisioni del post sui miei biscotti bruciati a forma di alce?

Max Olla: Sulle perversioni di Facebook il futuro riserverà interessanti analisi sociologiche. A dirla tutta, il tuo post con quella tettona che legge Palmiro ha avuto ancora più successo. Si rassegni signor Ciantini: l’intervista raccontava l’autore ma alla gran parte della gente interessa la cazzatona, non il pagliaccio triste che la spara.

Palmiro: ho dato un’occhiata ai tuoi post su facebook e non hai mai messo una foto di un gatto, non ami i gatti?

Max Olla: Adoro i felini. Non pubblicare le foto su Facebook mi regala un’aura di sublime snobismo. Ma Lei come mai si preoccupa tanto di quel che succede su Facebook?

Un brano consigliato da Max: http://www.youtube.com/watch?v=8uLbCk5XlmY

per conoscere il lavoro di Max Olla e Balloons: http://blogcomicstrip.blogspot.it






2 commenti:

  1. Davvero c'è una tettona che legge Palmiro? Me la sono persa? Dove si trova? ToT

    RispondiElimina
  2. " Ma Lei come mai si preoccupa tanto di quel che succede su Facebook?" Questa è una domanda. Le domande le fanno gli intervistatori. Non c'è niente di peggio di chi risponde con una domanda. ToT

    RispondiElimina